Fonti Normative

La Terza Missione trova le sue fonti in due decreti con cui la si riconosce a tutti gli effetti come una missione istituzionale delle università, accanto a quelle tradizionali di insegnamento e ricerca:

  • Il decreto legislativo 19/2012 che definisce i principi del sistema di Autovalutazione, Valutazione Periodica e Accreditamento
  • Il successivo Decreto Ministeriale 47/2013 che identifica gli indicatori e i parametri di valutazione periodica della ricerca e della terza missione (allegato E)

Documenti ANVUR

Con l'istituzionalizzazione della Terza Missione sono state predisposte delle SUA-Terza Missione all’interno della SUA-RD.

Sulla base dell’art. 2 comma 6 del Decreto Ministeriale n.458 del 2015, nell’ambito della Valutazione della Qualità della Ricerca (VQR) 2011-2014 si è inoltre considerato il profilo di competitività delle Università per le attività di "Terza missione".

L’ANVUR ha pubblicato un Manuale per la valutazione della Terza Missione che illustra i criteri per la valutazione delle attività di terza missione delle università italiane.

Incaricata della valutazione è la Commissione di Esperti Terza Missione (CETM) i cui componenti, provenienti sia dal mondo scientifico che dall’insieme dei soggetti che interagiscono con le università e gli enti di ricerca nell’ambito delle molteplici attività di terza missione, sono selezionati da ANVUR mediante l’apertura di chiamate pubbliche.

La CETM organizza le proprie attività secondo le indicazioni contenute nel Regolamento per la formazione e l’attività delle CETM e può svolgere audizioni con i responsabili delle singole strutture al fine di chiarire elementi essenziali delle attività di terza missione e della strategia ad esse legata. La valutazione della terza missione adotta così il metodo della peer review informata che combina in modo articolato l’analisi degli indicatori e il giudizio esperto.